Petrolio: Opec+ respinge invito ad aumentare produzione

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 4 nov. -(Adnkronos) – Nonostante i pressanti inviti del mercato – ma anche della Casa Bianca – i membri del gruppo Opec+ – riunitisi oggi in videoconferenza – hanno fermamente respinto l'ipotesi di aumentare la produzione di petrolio per alleviare la crisi energetica che ha spinto verso l'alto i prezzi e di conseguenza fatto riaccendere l'inflazione a livello globale.

Nel meeting l'Opec e i suoi partner 'esterni' come la Russia hanno 'riaffermato' gli impegni pre-esistenti, affermando di volersi attenere al piano di aumentare la produzione solo di 400 mila barili al giorno nel mese di dicembre. Il gruppo ha ribadito "l'impegno a garantire un mercato petrolifero stabile ed equilibrato, un approvvigionamento efficiente e sicuro ai consumatori e a fornire chiarezza al mercato", rimandando ad "altre parti del settore energetico al di fuori dei mercati petroliferi" la responsabilità della "estrema volatilità e instabilità" che sta facendo balzare i prezzi energetici.

L'Opec+ ha ridotto la produzione allo scoppio della pandemia, alla luce del crollo della domanda e ha solo lentamente recuperato quei tagli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli