Petrolio a Siria, Gb accusa Iran: non mantiene parola data

Fco

Roma, 10 set. (askanews) - Il Foreign Office britannico ha accusato l'Iran di non aver rispettato la parola data fornendo petrolio alla Siria e ha convocato l'ambasciatore iraniano a Londra per una formale protesta.

"L'Iran ha ripetutamente fornito garanzie (...) che la sua petroliera Adrian Darya 1 non consegnerà petrolio a entità su cui gravano sanzioni in Siria", ha affermato in una nota il Foreign Office, "Ma è ora chiaro che l'Iran ha infranto queste garanzie e che il petrolio è stato trasferito alla Siria e al regime di Assad".