Pezzella, Maradona e il ping pong

·1 minuto per la lettura

Anche German Pezzella ha aperto il libro dei ricordi dopo la morte di Diego Armando Maradona. Il capitano della Fiorentina infatti ha vissuto un Mondiale con l'ex Pibe de Oro come commissario tecnico e ovviamente, dalle pagine del sito del club viola, è tornato su quei momenti e non solo. "Diego ci ha dato tanto. Ci ha dato senso di appartenenza e ci ha rappresentato come bandiera dell'Argentina. Tutti noi abbiamo iniziato a giocare a calcio per lui. Ho avuto la fortuna di condividere con lui il Mondiale nel 2010. Era uno che pensava sempre agli altri e a se stesso per ultimo. E' un momento di shock, l'ho saputo quando sono uscito dal campo e non riuscivo a crederci. Lui rimarrà per sempre in ogni momento di calcio, soprattutto in Argentina ma anche nel mondo. Oltre al calcio ci ha dato tanto, soprattutto quando giocava. Ha permesso di dimenticare la situazione che stava vivendo la Nazione. La prima cosa che mi viene in mente quando si pensa a lui è di mandare un abbraccio alla sua famiglia. Un ricordo? Quando lui allenava la Nazionale, veniva ogni giorno a giocare a ping pong. Noi lo guardavamo come un Dio ma lui ti faceva sentire a tuo agio anche solo entrando in una stanza. Questa immagine di lui felice, sarà sempre la prima cosa che mi verrà in mente quando penserò a lui".