Pfas, Bottacin (Veneto): bene riconosciuta inerzia MinAmbiente -2-

Bnz

Venezia, 25 set. (askanews) - "Ad oggi non risulta ancora nulla -prosegue l'assessore - il M5S mi ha sempre accusato di mettere a rischio la salute dei cittadini su questa questione. Tuttavia la realtà è che la Regione ed io i limiti li avevamo messi, mentre il loro ministro in quattordici mesi no. Peccato perché anche la Commissione bicamerale ecoreati ha stabilito inequivocabilmente che i limiti sono competenza dello Stato. E proprio per essermi sostituito alla mancanza dello Stato, io sono sottoposto a 43 ricorsi con 98 milioni di richieste danni".

"Mi auguro che prima o poi il ministro grillino inizi a fare il ministro. Il M5S tiri fuori un po' di coraggio e dimostri di sapersi assumere qualche responsabilità - conclude Bottacin - la mozione è stata approvata all'unanimità, anche da tutti i consiglieri del M5S e, quindi, mi aspetto che nel giro di qualche giorno Costa ponga i limiti. Vedremo se almeno ai consiglieri del M5S sarà prestata attenzione. Viceversa sarà chiaro a tutti che il Veneto non viene ascoltato dal ministro neppure in situazioni gravi come quella dei PFAS".