Pfizer salva la campagna di primavera

Luciana Matarese
·Giornalista
·2 minuto per la lettura
(Photo: Ansa)
(Photo: Ansa)

Pfizer salva la campagna vaccinale anti Covid di primavera. Da qui a giugno arriveranno altri 6,8 milioni di dosi del primo vaccino autorizzato in Europa, mentre restano i timori per la destinazione del vaccino Johnson & Johnson dopo lo stop alle somministrazioni negli Stati Uniti e alle consegne in Europa per la segnalazione di trombosi rare.

Per la presidente della Commissione tecnica scientifica dell’Aifa, Patrizia Popoli, “è verosimile” che il farmaco J&J, attesissimo anche perché monodose, “possa essere limitato agli over60”. Vuol dire che il piano vaccinale andrà rimodulato ancora e che per gli under60, che il Governo pensava di vaccinare col preparato di Johnson&Johnson, si dovrà puntare principalmente su Pfizer. Certo si potrebbe pensare di utilizzare anche Moderna, ma bisognerà fare i conti con il numero delle dosi, inferiore rispetto a quello di Pfizer, di Johnson&Johnson e di AstraZeneca, quest’ultimo destinato, dopo lo stop and go del mese scorso, agli over60. Il farmaco anti Covid di Johnson&Johnson potrebbe avere la stessa sorte. Se anche gli eventi avversi rari osservati risulteranno simili a quelli osservati per il vaccino AstraZeneca - ha spiegato Popoli a Rainews24 - è verosimile che si adotteranno misure analoghe. È una possibilità concreta.

Leggi anche...

Europa aggrappata a Pfizer. Ieri, oggi e domani

Astrazeneca, Figliuolo manda un generale a studiare il modello lucano

Vito Bardi: "Con l'Open day Astrazeneca abbiamo stupito l'Italia. Due consigli a Figliuolo"

Dal fronte delle Regioni si chiede una decisione rapida e chiara, anche per evitare la confusione e lo sbandamento registrati con lo stop and go di AstraZeneca. “Un eventuale limitazione di età sul vaccino Johnson & Johnson rischia di avere lo stesso effetto di disorientamento che si è avuto su Astrazeneca”, ha detto l’assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, consegnando la speranza che “le Autorità regolatorie si determinino in fretta ed in maniera chiara, senza commettere gli errori di comunicazione...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.