Pfizer sapeva in anticipo dell'arrivo della variante Omicron?

·2 minuto per la lettura
Pfizer
Pfizer

La Pfizer sapeva in anticipo dell’arrivo della variante Omicron del Covid? Le parole di Mikael Dolsten, direttore scientifico e presidente di ricerca, sviluppo e medicina a livello mondiale di Pfizer.

Variante Omicron, Pfizer lo sapeva in anticipo?

Nasce un nuovo sospetto sul Covid e sulle aziende farmaceutiche. “Pfizer già sapeva della variante Omicron” è stato riportato. La Biontech da giorni sta lavorando ad un nuovo vaccinoaggiornato” per riuscire a contrastare meglio la variante sudafricana, che si sta diffondendo velocemente in tutto il mondo. I pessimisti stanno parlando di sei mesi di tempo per questo “aggiornamento“, ma la Pfizer è convinta di riuscirci in soli 100 giorni. Potrebbe trattarsi di un altro miracolo della scienza, ma qualcuno ha iniziato a sollevare qualche dubbio, insinuando che l’azienda farmaceutica era già a conoscenza di questa mutazione.

Variante Omicron, Pfizer lo sapeva in anticipo? La dichiarazione del direttore scientifico

Lo scorso 17 novembre, Mikael Dolsten, direttore scientifico e presidente di ricerca, sviluppo e medicina a livello mondiale di Pfizer, aveva rilasciato delle dichiarazioni che ora fanno pensare, soprattutto perché non si era ancora ufficialmente iniziato a parlare della variante Omicron. “Un giorno, probabilmente, ci sarà un virus mutante che non sarà controllato in modo efficiente dagli attuali vaccini. Le due aziende che producono vaccino con l’mRna, noi e Moderna, abbiamo modo di intervenire molto velocemente, ma servono forse ancora cento giorni per cambiare la produzione e poter produrre poi un miliardo di dosi” aveva dichiarato il direttore. Sapevano già tutto?

Variante Omicron, Pfizer lo sapeva in anticipo? Dopo le dichiarazioni è scattato l’allarme

Dolsten parlava con analisti finanziari, che erano molto preoccupati per i rischi connessi alle varianti del Covid. Non è detto che si riferisse proprio alla variante Omicron, il suo discorso potrebbe essere stato generico, ma è anche vero che dopo qualche giorno da quelle dichiarazioni è scattato l’allarme per la variante Omicron. Per tanti non sarebbe una semplice coincidenza. Dopo che è stato lanciato questo allarme, come sottolineato dal quotidiano Il Tempo, la Pfizer ha immediatamente emesso un comunicato che sottolineava quello che aveva già dichiarato il direttore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli