Pg Roma: aumentate le violenze sessuali, +11%

Nav

Roma, 1 feb. (askanews) - Nella città dell'amore aumentano le violenze sessuali. Nella sua relazione per l'inaugurazione dell'anno giudiziario del procuratore generale facente funzioni della Corte di Appello di Roma Federico De Siervo sottolinea in un passo che i reati da 'Codice rosso' hanno registrato 876 procedimenti, con un significativo aumento, pari al +11%. Nell'anno precedente i procedimenti erano stati 789.

Nell'ultimo anno sono aumentate anche le ipotesi di violenza sessuale di gruppo che da 19 sono passate a 24. "Riguardo alla violenza sessuale di gruppo occorre rilevare, in particolare, che negli ultimi due anni (2017/2019) vi è stato un incremento notevole delle denunce che - spiega - sono più che raddoppiate poiché da 11 procedimenti iscritti nel 2017 , nel 2019 sono stati iscritti 24. Se si aggiungono i procedimenti per pedopornografia, che sono stati complessivamente 262, rileviamo che i procedimenti per violenza sessuale, sono stati 1138 ( nel 2018 erano 989) con un incremento del 15 %".

De Siervo spiega che "si deve prendere atto dell'incremento notevole degli arresti in flagranza per le violenze sessuali, che da 49 sono saliti a 74, con un aumento pari al +51%". E quindi sono anche aumentati: i procedimenti iscritti per adescamento di minori aumentati del 12,8 % (da 117 a 132) e prevalentemente commessi attraverso la rete internet; i maltrattamenti in famiglia pari a 1788 (nell'anno precedente erano stati 1596), con un aumento del 12 % che sommati ai procedimenti per "abuso dei mezzi di correzione," 91, raggiungono i 1879 procedimenti con + 17,7 %; i delitti di pedopornografia sono aumentati del 15%; le circonvenzioni di persone incapaci sono state 221 a fronte di 197 dell'anno precedente, con un + 12,1%".

(Segue)