Più messe a Natale, Capodanno ed Epifania per evitare assembramenti

·1 minuto per la lettura
messa e festività
messa e festività

Nei giorni clou delle festività, Natale, Capodanno ed Epifania, sarà possibile celebrare fino a quattro messe al giorno in modo da evitare assembramenti nelle chiese: un decreto della Congregazione del Culto divino, firmato dal cardinale Prefetto Robert Sarah e dall’arcivescovo Arthur Roche, Segretario.

Più messe durante le festività natalizie

Per evitare che tutti i fedeli si rechino in chiesa nello stesso momento, i sacerdoti avranno la possibilità di celebrare fino a quattro messe al giorno. “Vista la situazione innescata dalla diffusione mondiale della pandemia in forza delle facoltà attribuite a questa Congregazione dal Santo Padre Francesco, volentieri concediamo all’Ordinario del luogo, per motivi del perdurare del contagio generale con il cosiddetto Covid, di consentire quest’anno nel periodo natalizio di celebrare quattro Messe” nei giorni di Natale, Maria Santissima Madre di Dio e dell’Epifania, spiega il testo del provvedimento firmato dal cardinale Prefetto Robert Sarah e dall’arcivescovo Arthur Roche.

Concesse fino a 4 celebrazioni al giorno

Il testo è rivolto soprattutto “ai sacerdoti residenti nelle loro diocesi, ogni volta che lo ritengano necessario a beneficio dei fedeli”. Inoltre, in caso di scarsità di preti, il vescovo “può concedere che i sacerdoti, per giusta causa, celebrino due volte al giorno e anche, se lo richiede la necessità pastorale, tre volte nelle domeniche e nelle feste di precetto”.

Viste le circostanze, però, il decreto concede in occasione di queste feste in piena pandemia, l’aggiunta, per i giorni di Natale, del primo dell’anno e dell’Epifania, di una quarta celebrazione, per permettere ai fedeli di prendervi parte con serenità e nel pieno rispetto delle norme anti-Covid.