Piacenza, crisi coniugale: moglie avvelena il marito con il detersivo

piacenza avvelena marito detersivo

Da diverso tempo tra i due, 62 anni lui e 59 lei, le cose non andavano per il meglio tanto che l’uomo stava meditando seriamente di lasciare la moglie. Lei però si rifiutava di accettare questa ipotesi. Quindi ha deciso di compiere un atto estremo che poteva rivelarsi fatale: ha avvelenato il marito.

Il fatto è accaduto a Bobbio, un comune in provincia di Piacenza. Stando a quanto riportato dal sito leggo.it, la donna avrebbe messo all’interno di una bottiglietta d’acqua minerale, un po’ di detersivo per fare il bucato. Dopo che il marito ha bevuto quella che solo all’apparenza era semplice acqua, è stato ricoverato con urgenza in ospedale.

Denunciata per lesioni aggravate

Arrivato al nosocomio, i medici hanno effettuato tutte le cure del caso riuscendo a salvare il 62enne ed evitando così conseguenze ben peggiori. In seguito, i dottori hanno chiamato i Carabinieri i quali hanno immediatamente avviato le indagini per stabilire le esatte dinamiche di quanto accaduto. La donna 59enne è stata denunciata per il reato di lesioni personali aggravate con mezzo venefico ai danni del coniuge convivente.

Interrogata, la moglie avrebbe poi ammesso di non accettare la decisione presa dal marito di chiudere la relazione con lei e di aver quindi messo volontariamente il detersivo all’interno della bottiglia di acqua minerale. Preso atto del gesto, alla donna è stato consegnato un provvedimento d’urgenza. In tale provvedimento, le veniva comunicato l’allontanamento dalla casa in cui abitava insieme al coniuge.