Piacenza, impigliata nella pompa di un'azienda agricola: grave ragazza di 26 anni

·2 minuto per la lettura
Resta impigliata coi capelli nell'impianto di irrigazione
Resta impigliata coi capelli nell'impianto di irrigazione

Sono ore di apprensione per una ragazza di 26 anni rimasta gravemente ferita in un’azienda agricola di Calendasco, comune in provincia di Piacenza: la giovane è rimasta impigliata con i capelli nell’impianto di irrigazione e ha battuto violentemente la testa. I sanitari del 118 l’hanno trasferita d’urgenza in elisoccorso all’ospedale di Parma dove si trova ricoverata in prognosi riservata.

Impigliata coi capelli nell’impianto di irrigazione

L’incidente si è verificato nella mattinata di lunedì 14 giugno 2021 presso un’azienda della località di Boscone Cusani, vicino all’argine del Po. Secondo le prime ricostruzioni la ragazza, impiegata in una ditta agricola di Rottofreno, stava lavorando in un campo e pare stesse attingendo acqua da irrigazione da un pozzo attraverso una pompa.

Ad un certo punto, per cause ancora da accertare, è rimasta impigliata per i capelli nel meccanismo e ha battuto violentemente la testa. Il violento colpo ricevuto le ha fatto subito perdere conoscenza sotto gli occhi dei presenti.

Impigliata coi capelli nell’impianto di irrigazione: trasferita in ospedale

Immediata la chiamata ai sanitari del 118 che, giunti subito sul posto con l’ambulanza della Pubblica Val Luretta, l’auto infermieristica e l’eliambulanza da Parma, hanno fornito le prime cure mediche sul posto. Giudicate sin da subito come gravi le sue condizioni, hanno trasferito urgentemente la ragazza all’ospedale Maggiore di Parma. Il suo quadro è critico e si trova ricoverata in prognosi riservata.

Impigliata coi capelli nell’impianto di irrigazione: indagini in corso

Presente sul luogo del dramma anche una squadra dei vigili del fuoco di Piacenza, i Carabinieri di San Nicolò e la medicina del lavoro dell’azienda Usl. Le autorità hanno effettuato tutti i rilievi del caso e aperto le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto e accertare l’entità dell’incidente sul lavoro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli