Piacenza, Massimo Sebastiani ha confessato l'omicidio di Elisa Pomarelli

Pentito e collaborativo fin dai primi momenti della cattura, Massimo Sebastiani, 45 anni, ha confessato l'omicidio dell'amica Elisa Pomarelli, 28 anni, il cui corpo senza vita era stato trovato dai carabinieri, ieri pomeriggio, sepolto in una buca in una zona impervia in località Costa di Sariano di Gropparello, nel Piacentino. Sono ancora in corso accertamenti per chiarire, movente, modalità e luogo dell'omicidio.

Sarà l'autopsia a chiarire i contorni della vicenda: al momento non si esclude l'ipotesi dello strangolamento forse durante un improvviso scatto di ira, un raptus, visto che da una prima ricostruzione sembrano non emergere elementi legati alla premeditazione. Era stato proprio l'operaio, una volta portato in caserma, ad indicare agli investigatori il luogo dove era stato sotterrato il cadavere della giovane scomparsa dal 25 agosto scorso: una zona boschiva alle spalle di un'abitazione utilizzata, probabilmente, come rifugio dallo stesso 45enne e di proprietà di un amico che è stato indagato per favoreggiamento.