Piano estate 2021, scuole aperte a luglio e agosto su base volontaria

·2 minuto per la lettura
Scuole aperte luglio agosto
Scuole aperte luglio agosto

Il Ministero dell’Istruzione sta per pubblicare una nota in cui indica le novità previste dal piano estate 2021 per le scuole: uno dei punti principali riguarda la possibilità di tenerle aperte a luglio e agosto su base volontaria per organizzare laboratori o attività di potenziamento.

Scuole aperte a luglio e agosto: il piano

Il governo ha stanziato 510 milioni per questo progetto, per gestire il quale ha anche istituito una mini task force avvalendosi di esperti del settore. I fondi saranno così suddivisi:

  • 151 milioni direttamente alle istituzioni scolastiche in base alla popolazione studentesca: si tratterà più o meno di 18 mila euro a scuola;

  • 320 milioni finalizzati al recupero delle povertà educative;

  • 40 milioni che il Ministero attribuirà alle scuole che aderiranno ad un avviso emanato dallo stesso.

Per quanto riguarda la divisione territoriale delle risorse, essa terrà conto delle zone del paese in maggiore difficoltà: il 70% dei fondi andranno infatti alle regioni del meridione, il 20% a quelle del nord e il 10% alle scuole del centro Italia.

Scuole aperte a luglio e agosto: come funziona

La bozza del piano prevede che a giugno si svolgano corsi di rinforzo e potenziamento degli apprendimenti con attività laboratoriali, scuola all’aperto e studio di gruppo. A luglio e agosto invece sono previste attività di aggregazione e socializzazione tra cui laboratori di educazione motoria e gioco didattico, canto, musica, arte, scrittura creativa, educazione alla cittadinanza, debate di filosofia ed educazione alla sostenibilità e all’imprenditorialità.

Oltre a queste sarà inoltre possibile organizzare moduli per potenziare la lingua italiana e la scrittura nonché le competenze scientifiche e digitali (coding, media education, robotica). Il Ministero ha specificato che le attività potranno svolgersi sia all’interno delle mura scolastiche che sfruttando spazi altri come teatri, cinema, musei, biblioteche, parchi e centri sportivi.

Le attività ricreative per i bambini avranno una struttura simile a quella dei centri estivi mentre quelle per i più grandi saranno modellate sulle summer school o i campus.

Scuole aperte a luglio e agosto: docenti pagati extra

I corsi estivi a luglio e agosto saranno organizzati su base volontaria anche in base alla disponibilità dei docenti. Le attività prevedono infatti il coinvolgimento di insegnanti volontari pagati extra e di esperti esterni. A settembre infine, prima dell’avvio del nuovo anno scolastico, si potranno organizzare attività di accoglienza e accompagnamento in vista delle lezioni in presenza.