Piano rifiuti del Lazio, Zingaretti: inceneritori? Non in Piano

Bet

Roma, 2 ago. (askanews) - Il nuovo piano regionale dei rifiuti del Lazio 2019-2025 approvato dalla giunta regionale non prevede la costruzione di nuovi inceneritori perché si punta Sulla differenziata al 70% nel 2025 e sul calo della produzione dei rifiuti.

A tal proposito sulla possibilità di realizzare inceneritori il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha chiarito: "Dipende da quello che succede. Se la differenziata cala, i rifiuti non vengono ridotti. Non c'è la bacchetta magica. Il Lazio deve arrivare al 70% di differenziata, dobbiamo arrivare alla riduzione dei rifiuti prodotti, se la sfida sarà raccolta dai sindaci, lo vedremo tra due-tre anni, il ciclo sarà totalmente ecosostenibile. Penso che nessun sindaco si auguri di arrivare a un inceneritore ma è un obiettivo, è una sfida. Se da domani Roma e i comuni del Lazio cominciano a non fare più la raccolta differenziata e non si diminuisce la quantità rifiuti prodotti comincia a entrare in tilt tutto". "E' divertente che si dica  'no agli inceneritori qui perché uccidono i bambini' e questo di conseguenza dovrebbe portare a una riduzione della quantità di rifiuti prodotti e a un aumento della raccolta differenziata e invece diciamo 'no qui perché uccidono i bambini ma andiamo a ucciderli in qualche altra parte del mondo'. Siamo dentro a un loop strano" ha aggiunto Zingaretti.