Piano Rifiuti Lazio, Cacciatore: aula sospesa beffa a cittadini

Bet

Roma, 29 lug. (askanews) - "La richiesta di verifica del numero legale - pratica usata sistematicamente per sospendere i lavori in Aula, come è accaduto anche oggi - non è altro che un inutile teatrino". Lo sottolinea Marco Cacciatore, Presidente Commissione X Rifiuti, Urbanistica, Politiche abitative. "Le risposte ai cittadini si danno in Aula. I territori attendono un Piano dal 2013, ma di fatto dal 2002 il Lazio manca delle parti essenziali della Pianificazione in tema rifiuti. Non sono in Consiglio regionale a perder tempo. Resto contrario al Piano Rifiuti per come proposto dalla Giunta e lo combatterò nelle sedi istituzionali. Ma i 'valzer' che deridono le aspettative dei Cittadini e sanno di ulteriore beffa nei confronti di territori e Comunità sofferenti, proprio non mi appartengono. Li ho sempre mal digeriti e ora - non più costretto da logiche di appartenenza - sono finalmente libero di farlo".

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.