Piattaforma Rousseau, i motivi del ritardo

Piattaforma Rousseau, i motivi del ritardo

Le votazioni sulla piattaforma Rousseau si sono concluse alle ore 18. È stata necessaria un’ora e 25 minuti prima che i risultati apparissero sul blog del Movimento 5 Stelle.

I motivi del ritardo

Attraverso una comunicazione sul blog delle stelle, sono stati comunicati gli esiti dei votanti sulla piattaforma Rousseau. L’esito è stato a favore della nuova coalizione M5s-Pd con il 79,3% dei voti. Sulla nota del blog si possono trovare i motivi degli intoppi che hanno ritardato la comunicazione dell’esito: “L’elevato afflusso di utenti sul sistema, in queste prime fasi, ha generato una “coda” di richieste che ha causato piccoli rallentamenti nell’ordine dei 10 secondi (nello specifico tra le ore 10:41 e le ore 12:00). È stato, tuttavia, in ogni momento garantito il regolare svolgimento delle votazioni”.

Inoltre è stato smentito qualsiasi tipo di hackeraggio durante la votazione, al contrario di ieri: “Nel corso dell’intera procedura di voto non è stato rilevato nessun attacco informatico diretto alla piattaforma Rousseau. Sono stati invece rilevati tentativi di attacchi nella giornata di venerdì 30 agosto 2019 che, tuttavia, il sistema ha respinto immediatamente confermando solidità e sicurezza della piattaforma”.

Alla fine del comunicato, c’è spazio anche per un elogio alla piattaforma e al Movimento 5 Stelle: “Grazie alla nuova Area Voto attiva da 5 mesi, è stato possibile scalare in tempo reale l’infrastruttura sottostante (numero di nodi, scaling dei servizi di backend, capacità computazionale del DB) andando a soddisfare tutte le richieste e garantendo tutti i requisiti in termini di sicurezza e velocità. Ancora una volta il MoVimento 5 Stelle si è confermata l’unica forza politica che dà la possibilità, attraverso la piattaforma Rousseau, a tutti i propri iscritti di partecipare a scelte fondamentali e contribuire alla scrittura della storia del nostro Paese”. In allegato nel fondo del blog, si può consultare la documentazione prodotta dal notaio Valerio Tacchini, altra ragione legata al dilatarsi dei tempi di comunicazione dei risultati.