Piatti tipici del Medio Oriente, i cibi da non perdere

Le tradizioni culinarie sono tra i vari aspetti della cultura di un popolo, forse quelle più affascinanti e più facilmente comprensibili. Quando viaggiamo e ci rechiamo per la prima volta in un posto nuovo, uno dei modi più immediati per approcciare il luogo sconosciuto è proprio mangiare i suoi cibi più tipici. Perché in un dato luogo si mangia una pietanza piuttosto che un’altra, perché un ingrediente prevale sull’altro, la caratteristica predominanza di un certo aroma, quel profumo che ci riporterà sempre alla mente quel dato luogo, quel particolare giorno, quell’irripetibile atmosfera.

Si può dire che le diversità nel modo di cucinare e di mangiare rappresentano differenze culturali  che affondano le proprie radici nella stessa storia di un popolo.

L’aspetto speciale però della tradizione culinaria di ciascun popolo è che a volte, a dispetto di ciò che accade a livello politico, quelle stesse specificità che un tempo tracciavano anche i confini geografici tra una zona e l’altra del mondo, con il passare del tempo, riescono a dar vita contaminazioni assai ben riuscite.

Per tutte queste ragioni, abbiamo deciso di porci la fantasiosa e forse un po’ pazza impresa di tracciare un ipotetico menù che unisca e pacifichi, nelle sue tre pietanze, antipasto, piatto centrale e dessert, tutte le preziose differenze della cucina, e quindi della cultura, mediorientale.

Immagineremo perciò di cominciare la nostra cena con un piatto tipico della cucina israliana: le Burekas (nella foto) dei tortini di pasta sfoglia ripieni a seconda dei gusti, con spinaci patate formaggio funghi o carne. La cucina israeliana ha origini molti antiche, si parla del 525 A.C. ad oggi la cucina israeliana deriva dalla tradizione ebraico orientale e da quella dell’Europa e del mondo arabo. Le Burekas in particolare sono state importate in Israele dagli ebrei dei Balcani.

Come piatto centrale per il nostro pranzo ci verrà servito il Dugun corbasi, che è un piatto della cucina turca. La cucina turca, da non confondere con la cucina araba è ritenuta, da alcuni, una delle cucine migliori del mondo, al pari, si sostiene di quella francese. Il Dugun corbasi è nota per essere la minestra per le nozze e nel nostro menù, non poteva certo mancare. è una minestra a base di montone, da mangiarsi rigorosamente ed esclusivamente se, a base di montone che viene prima bollito e poi ricotto con il suo brodo. Ci verrà servito assieme a una salsa a base di paprika e burro.

Dopo un piatto centrale di questo tipo, il dolce non sarà eccessivamente pesante, né cremoso. Termineremo perciò il nostro pasto con dei notissimi dolcetti libanesi di fattura casalinga, i mamool, o a scelta con un  cucchiaino di crema al cumino. Un dolce al cucchiaio speziato fatto con cumino, anice e pistacchi, che accompagneremo, con lo speziatissimo, tè di mele turco.