Piazza Affari perde ancora terreno, sale lo spread

(Adnkronos) - Chiusura di settimana ancora in perdita e sotto i 21mila punti per Piazza Affari, sulla scia dei risultati negativi delle altre Piazze europee e di Wall Street. A settembre negli Usa sono aumentati di 263mila unità i posti di lavoro non agricoli. Secondo Filippo Diodovich, senior market strategist di IG Italia, questo dato conferma quello che avevano anticipato i falchi all’interno del board della Fed e cioè che l’economia statunitense sarebbe in grado di reggere ulteriori rialzi dei tassi di interesse da parte della banca centrale. Nella prossima riunione di inizio novembre della Fed, quindi, ci potrebbe essere un nuovo rialzo di 75 punti base del costo del denaro.

Il Ftse Mib chiude perdendo l’1,13%, a 20.901,56 punti. In rialzo lo spread tra Btp e Bund tedeschi, attorno ai 250 punti base, con il rendimento del titolo decennale che tocca il 4,7%. Sul listino principale di Piazza Affari sono in leggero rialzo la maggior parte dei bancari. Unicredit guadagna lo 0,39%, Banco Bpm lo 0,57%, Bper lo 0,66%. Bene poi, Leonardo (+3,11%), Campari (+1,16%) e Tenaris (+1,32%).

In calo, invece, Nexi (-2,52%), Moncler (-2,50%), Saipem (-0,84%) e Ferrari (-2,44%). Decisamente male Stm (-5,26%),in linea con il trend dei titoli legati ai semiconduttori. Le società di questo comparto risentono delle indicazioni finanziarie diffuse da Samsung e Amd, che deludono le attese degli analisti. In particolare il colosso americano ha terminato il terzo trimestre 2022 con ricavi inferiori al secondo trimestre dell’anno. Perde terreno anche Stellantis (-1,87%), nonostante a settembre siano aumentate le vendite di auto in Italia e nel mondo. Le immatricolazioni hanno superato le 35 unità, in crescita del 6,5% rispetto a settembre 2021. (in collaborazione con Money.it)