Picchia e minaccia la moglie: arrestato 65enne pregiudicato

picchia minaccia moglie

La vicenda ha avuto luogo a Catania. Per tutta la vita, una donna di 62 anni, ha sopportato le violenze che le infliggeva il marito, un pregiudicato 65enne catanese. Anni di paura e di angoscia: lei non aveva mai avuto il coraggio di denunciare il marito per non rischiare di aggravare la propria posizione dentro le pareti domestiche.

Inoltre, la speranza di poter cambiare il marito le dava il coraggio di continuare a sopportare tutto. Ma purtroppo, non c’è mai riuscita. L’ultimo litigio è stato piuttosto pesante. Solamente l’intervento del figlio della coppia è riuscito ad evitare il peggio.

Per futili motivi l’uomo aveva iniziato a maltrattare la moglie con uno schiaccianoci. Prima la colpiva alle braccia e alle mani, poi ha iniziato a stringerle i polsi. A salvare la madre, ci ha pensato il figlio, chiamando il 112 e cercando di difendere la donna dai colpi violenti che il padre le indirizzava sia con lo schiaccianoci ma anche con diversi calci e pugni.

Picchia e minaccia la moglie

Quando sono arrivati i Carabinieri, la furia dell’uomo si è fatta ancora più incontrollabile. Il 65enne è arrivato a minacciare di morte la moglie davanti ai militari, dicendo che sarebbe tornato a casa con una pistola per ucciderla.

L’uomo, con precedenti penali per reati contro la persona e contro il patrimonio, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minacce aggravate, commessi in danno della moglie. Come disposto dalla Procura di Catania, attualmente si trova rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza. La donna, invece, è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale Garibaldi per tutte le cure necessarie.