Picchia fidanzata incinta: arrestato 20enne

picchia fidanzata incinta

La Polizia di Bologna ha arrestato un ragazzo di soli 20 anni con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. La vicenda è accaduta durante la serata di ieri, martedì 12 Novembre 2019, in via Quadri, nella città emiliana. Il giovane avrebbe preso a calci e pugni la sua fidanzata mentre erano per strada. Il 20enne l’avrebbe colpita anche sulla pancia, nonostante la ragazza si trovi al terzo mese di gravidanza. Il ragazzo è nato in Italia e si troverebbe qui irregolarmente; la giovane, invece, 22 anni, è residente a Bologna ma è di origine marocchina. Al momento non si conoscono le ragioni della violenza.

Picchia fidanzata incinta: arrestato

A lanciare l’allarme è stata una passante, la quale avrebbe visto la 22enne a terra, in lacrime e ferita. Il personale medico del 118 è subito intevenuto sul posto portando la ragazza all’ospedale Sant’Orsola. Arrivata al nosocomio, i medici l’hanno subito sottoposta a degli esami per stabilire le sue condizioni di salute. Gli accertamenti effettuati avrebbero evidenziato come le percosse non avrebbero causato danni al feto, a differenza di quanto successe un paio di anni fa.

Durante l’inizio della loro relazione, in base a quanto raccontato dalla ragazza alla Polizia, la 22enne fu costretta ad abortire a causa delle violenze subìte dal suo fidanzato. Sul caso, continuano le indagine delle forze dell’ordine le quali interrogheranno l’aggressore per cercare di stabilire l’esatta dinamica dei fatti.

Il 16 Settembre 2019, a Maddaloni, comune in provincia di Caserta, in Campania, si era verificato un episodio simile. In via Napoli, una ragazza di 17 anni, all’ottavo mese di gravidanza, fu picchiata dal fidanzato.