Picchia la fidanzata incinta e le rompe 5 denti: rinviato a giudizio

violenta ragazzina

Un uomo di origini marocchine di 31 anni è stato rinviato a giudizio con le accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate ai danni della fidanzata incinta. Secondo quanto denunciato da quest’ultima, infatti, l’aggressore l’avrebbe picchiata fino al sesto o settimo mese di gravidanza. L’episodio di violenza, da quanto si apprende, è avvenuto a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, ed è riportato da Il Giornale di Vicenza.

Uomo picchia la fidanzata incinta

Una prima volta le avrebbe provocato ferite di lieve entità che sono guarite in alcune settimane; un’altra volta, invece, le avrebbe rotto 5 denti. Un uomo di 31 anni di origini marocchine è stato rinviato a giudizio per aver picchiato la fidanzata incinta di sette mesi. I giudici lo hanno accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate ai danni della fidanzata in gravidanza. Inizialmente, inoltre, la vittima non voleva denunciare il suo aggressore, ma fortunatamente si è convinta. L’uomo, ritenuto pericoloso, è stato espulso dall’Italia e rispedito nella sua patria.

Violenza sulle donne: i dati

In un’indagine condotta dall’Istat tra il 2006 e il 2014 (“Indagine sulla sicurezza delle donne“) emerge un quadro complesso della violenza sulle donne. Stando a quanto riferiscono i dati, infatti, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni (circa 6 milioni 788 mila) “ha subito nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale”. Inoltre, “il 20,2% delle donne (circa 4 milioni 353 mila) ha subito violenza fisica”, mentre “il 21% (4 milioni 520 mila) violenza sessuale”.