Picchia la moglie davanti ai figli: 35enne arrestato nel Varesotto

red-Alp

Milano, 14 ott. (askanews) - La notte scorsa, i carabinieri hanno arrestato a Lonate Pozzolo (Varese) un 35enne operaio, pluripregiudicato di origine marocchina accusato di maltrattanti nei confronti della moglie, una 25enne sua connazionale. Nel dare la notizia, l'Arma ha spiegato che nei confronti dell'uomo, regolare in Italia, i militari della Stazione di Lonate hanno eseguito un'ordinanza misura cautelare in carcere.

A fine settembre, la vittima aveva sporto denuncia dopo essere stata massacrata di botte davanti ai due figli piccoli, tanto che all'ospedale di Busto Arsizio le erano state riscontrate diverse fratture multiple al naso e allo zigomo. Quel giorno, la donna era stata accompagnata dai militari in una struttura protetta insieme con i figli minori. Nella denuncia, la 25enne aveva raccontato mesi di continue violenze domestiche e maltrattamenti, peraltro già denunciati ma poi ritrattati per gli "interventi" delle rispettive famiglie di origine. La drammatica situazione non era però rientrata ma anzi era divenuta sempre più drammatica.

L'uomo è stato recluso nella casa circondariale di Busto Arsizio (Varese) a disposizione dell'autorità giudiziaria.