Picchia moglie e la minaccia con un coltello: arrestato marito 43enne

picchia moglie arrestato

I Carabinieri di Chiari, in provincia di Brescia, hanno arrestato un uomo di 43 anni con le accuse di lesioni aggravate e tentata violenza sessuale aggravata nei confronti della moglie. Le forze dell’ordine si sono recate presso l’appartamento dove vivono i coniugi, trovando il marito sul divano in evidente stato di ubriachezza. Il 43enne non avrebbe opposto resistenza all’arresto.

I militari lo hanno portato prima in caserma e poi in carcere, come disposto dal pubblico ministero. La moglie ha deciso di denunciare l’uomo al termine dell’ennesimo episodio di violenza. Da anni, infatti, il 43enne picchiava e minacciava la moglie. La donna, coetanea del marito, è incinta al quarto mese di gravidanza.

Picchia la moglie: arrestato 43enne

Mercoledì 1 Gennaio 2020, l’uomo si era presentato a casa ubriaco. In quelle condizioni, prima avrebbe picchiato la donna; poi sotto la minaccia di un coltello da cucina, avrebbe tentato di violentarla. In qualche modo, la donna è riuscita a mettersi in salvo e a chiamare il 112. Tempestivamente intervenuti, i Carabinieri l’hanno prontamente soccorsa e accompagnata in ospedale per tutte le cure del caso.

I Carabinieri hanno poi arrestato l’aggressore, conducendolo in carcere dove è stato immediatamente interrogato dal giudice per le indagini preliminari. Il giudice ha così convalidato l’arresto. L’uomo è ora sottoposto a misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alla moglie. L’incubo per la 43enne è finalmente finito: ora potrà occuparsi del figlio con più serenità.