Piemonte, Cirio: su autonomia non accettiamo prese in giro

Asa

Stresa (VB), 25 ott. (askanews) - "Sull'autonomia non accettiamo prese in giro. Se il quadro è un decreto su cui possiamo essere operativi e trattare l'autonomia direttamente non è una presa in giro. Se il ministro Boccia intende presentare in Parlamento un disegno di legge sull'autonomia e rimetterlo alla discussione del Parlamento sine die, quindi senza una scadenza definita, è chiara presa in giro che non accetteremo". Lo ha detto il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, intervenendo al convegno di Fondazione Iniziativa Europa in corso a Stresa.

"Il fatto è semplice - ha proseguito Cirio - se il governo ci prenderà in giro noi avremo anche la possibilità, se le altre regioni saranno d'accordo, di sceglierci una materia e iniziare a legiferare con una legge comune. Poi il governo ce la impugnerà davanti alla Corte Costituzionale e noi andremo davanti alla Corte Costituzionale a spiegare che quello che abbiamo fatto lo abbiamo fatto perché sta scritto nella Costituzione", ha concluso il presidente del Piemonte.