Piemonte, fu un volto storico del Tgr: Nino Battaglia è morto a 71 anni

Morto Nino Battaglia
Morto Nino Battaglia

Era stato a lungo uno dei volti più noti e familiari del Tgr Piemonte. La Rai e la comunità piemontese stanno piangendo in queste ultime ore la scomparsa di Antonino Battaglia. Conosciuto come “Nino” è morto all’età di 71 anni.

Giornalista di lungo corso, Battaglia era diventato ormai una figura molto apprezzata. Nel corso della sua carriera ultradecennale – ricorda “La Stampa” – si era occupato oltre che di cronaca anche di cultura. Alla politica invece aveva dato spazio nel corso degli ultimi venti anni.

Morto Nino Battaglia, la scomparsa

La sua carriera però parte da lontano. Inizia con la carta stampata, poi approda a testate quali la Gazzetta del Popolo. Prima di arrivare in RAI, sarà anche redattore dell’Agenzia Giornalistica Italia (AGI). Il decesso del giornalista, è avvenuto nella notte di venerdì 28 ottobre, all’ospedale alle Molinette di Torino. Con la sua scomparsa lascia un figlio e la compagna.

I messaggi di cordoglio

Nel frattempo sono stati diversi i messaggi di cordoglio da parte dei colleghi, ma non solo: “Era diventato un amico, un punto di riferimento in città, di sicuro per chi si occupava di politica. Era apprezzato da tutti per la sua ironia, per la sua passione contagiosa per il cinema e per quello stile sempre sobrio e gentile”. ha affermato il sindaco di Torino Lo Russo. “Era diventato un volto noto come conduttore del nostro telegiornale. Alla compagna ed al figlio le condoglianze della redazione”, ha scritto invece la redazione del Tgr Piemonte.