Piemonte, Grimaldi: Regione dimezza risorse per borse studio

Prs

Torino, 29 ott. (askanews) - "Con una delibera di Giunta, l'Assessore Tronzano ha dimezzato l'assegnazione di fondi all'Edisu da 26,4 a 13,2 milioni. Sono di nuovo a rischio più di un terzo degli idonei a ricevere la borsa di studio". A denuncarlo in Consiglio regionale il capogruppo di Luv, Marco Grimaldi, precisando che l'ente di diritto allo studio "non ha ricevuto alcuna comunicazione sul taglio", per cui "per sopperire alla mancata assegnazione" doveà "usare il suo avanzo amministrativo, lasciando comunque scoperti circa un terzo degli idonei".

"Dai primi giorni di legislatura - ha rimarcato Grimaldi - l'assessora all'istruzione, Elena Chiorino, aveva garantito che le borse non sarebbero state toccate, ancora ieri in Commissione ha mostrato le tabelle che lo confermavano, mentre in silenzio si preparava questa nefandezza, senza mai comunicare la decisione al Consiglio, alle Commissioni, agli uffici. Due assessori hanno mentito e taciuto informazioni agli enti competenti e' un fatto di una gravita' inaudita, contro il quale ci opporremmo con tutta la nostra forza", ha attaccato Grimaldi, ricordando che nella scorsa legislatura era stato "garantito a tutti i capaci e meritevoli la borsa di studio".

"Ora rimpiomberemo nell'era Cota, come temevamo. Tutto questo mentre, come si prevedeva da tempo, gli idonei salgono a 14.000, cosa che richiede un aumento di risorse, non un taglio", ha concluso.