Piemonte, incontro tra Regione e Confindustria su competitività

Prs

Torino, 20 gen. (askanews) - Competitività, innovazione e le sfide future che l'industria si trova ad affrontare: questi i temi al centro dell'incontro tra gli asessori regionali del Piemonte, Matteo Marnati (Ambiente, Energia, Innovazione e Ricerca) e Andrea Tronzano (Bilancio, Programmazione Economico-finanziaria, Patrimonio, Sviluppo delle attività produttive e delle Pmi) e il presidente di Confindustria Piemonte Fabio Ravanelli.

Oltre che sugli specifici ambiti, è stata condivisa dai presenti la necessità di lavorare su tematiche trasversali - quali digitalizzazione ed economia circolare - che vanno a coinvolgere i vari settori. Nell'occasione, Confindustria Piemonte ha ribadito la propria disponibilità nel dare il massimo supporto al Piano per la competitività regionale attualmente in corso di definizione.

"La velocità del cambiamento cui è chiamata oggi l'impresa è esponenziale - ha detto il numero uno della Confindustria piemontese Ravanelli - Innovazioni dirompenti, nuove tecnologie, nuovi mercati e, allo stesso tempo, l'emergere di sensibilità diffuse, quali la crescente attenzione alla tutela del pianeta, condizionano i piani strategici e impongono mutamenti rapidi nei modelli di business. L'azienda, per competere, deve quindi essere necessariamente innovativa, digitalizzata, interconnessa e sostenibile e va supportata in questo suo percorso con azioni mirate ed efficaci. Per questo accolgo con favore la disponibilità dell'amministrazione regionale a un confronto costruttivo, utile a tracciare insieme le linee di intervento necessarie al tessuto produttivo in una visione di medio periodo".

"Un partner importantissimo a fianco della Regione per lavorare insieme alla ripresa del sistema economico piemontese - ha commentato l'Assessore Matteo Marnati - Stiamo lavorando con Confindustria per raccogliere le nuove istanze del mondo industriale, dalla banda larga, all'economia circolare fino alla digitalizzazione dei processi delle imprese piemontesi".

"Abbiamo sin dall'inizio del nostro mandato dichiarato che volevamo lavorare insieme al parternariato per il rilancio dell'economia della nostra Regione - ha commentato l'Assessore Andrea Tronzano - la nostra intenzione è di condividere un percorso che consenta di recuperare Pil e occupazione e riporti il Piemonte ad essere una Regione traino del nostro Paese. Questa sfida, che certamente è ambiziosa, richiede una forte coesione e condivisione delle scelte strategiche. Se tutti insieme andiamo nella stessa direzione anche le imprese recupereranno fiducia e slancio nonostante le difficoltà che affrontano quotidianamente".

Nel corso dell'incontro si è parlato anche di automotive, la più importante filiera industriale del Piemonte per storia, fatturato, occupati, tecnologie, che dal 2008 sta attraversando una difficile fase di riposizionamento, ulteriormente complicata dalle correnti rivoluzioni tecnologiche (auto elettrica, connessa, guida autonoma) e dalla situazione globale.

Confindustria e Regione Piemonte stanno comunque lavorando da tempo, anche a livello nazionale e internazionale, per ridare impulso al settore, con l'obiettivo primario di non disperdere la ricchezza industriale accumulata in più di un secolo e di conservare, e se possibile incrementare, i livelli occupazionali.