Piemonte, Maccanti: ministro Pisano chieda scusa a torinesi

Prs

Torino, 15 ott. (askanews) - "Credo che il ministro Pisano, prima di esporre le linee programmatiche del suo mandato, debba chiedere scusa a Torino e ai cittadini torinesi per quello che ha fatto da assessore". Così la deputata Elena Maccanti, capogruppo della Lega nella Commissione Trasporti, ha accolto il ministro dell'Innovazione Paola Pisano, nel corso della sua prima audizione programmata in commissione.

"Non è la richiesta di una parte politica - ha precisato Maccanti - ma di una città intera che si è sentita tradita. Mentre lei è stata promossa a ministro, a Torino regnava il caos più assoluto all'anagrafe, una delle sue competenze fondamentali, con cittadini che da mesi erano e sono costretti a mettersi in coda alle due del mattino per poter ottenere una carta di identità o un certificato".

"Il ministro Pisano verrà poi ricordata come 'assessore dei droni': peccato che i vigili urbani, dotati da tempo di droni per il monitoraggio del traffico, non abbiano l'autorizzazione per farli volare e che gli unici ad essere entrati in funzione siano quelli che hanno sostituito i tradizionali fuochi di San Giovanni, con uno spettacolo misero e costoso - ha proseguito Maccanti -. E ancora, da assessore ha candidato Torino quale laboratorio per le auto a guida autonoma, ma i test dell'auto smart sono ancora fermi. E lo sportello hi-tech per le imprese resta aperto solo un giorno per tre ore a settimana, ricevendo soltanto su appuntamento".

"Di fronte a tutto questo il ministro ha taciuto, lasciando Torino senza neanche una parola per i suoi cittadini. Eppure innovare è una sfida che comporta determinazione, genio ma anche umiltà: la stessa umiltà che oggi può dimostrare di avere chiedendo scusa ai torinesi", ha concluso.