Piemonte, nessun morto in 24 ore e calano i ricoveri

Il governatore della Regione Piemonte, Alberto Cirio

Zero decessi registrati e terapie intensive più vuote, è un giorno particolare per la Regione Piemonte dopo mesi in cui il contenimento della pandemia è stato difficile. Lo ha reso noto la task force della stessa regione. Oggi 2 giugno sono stati registrati 18.969 pazienti guariti virologicamente. Diminuiscono i malati in terapia intensiva: sono un totale di 46, meno 8 rispetto al giorno precedente.

Piemonte, zero decessi in un giorno

Secondo i dati forniti nella giornata del 2 giugno dalla Regione, non si registrano morti nelle ultime 24 ore. Gli otto decessi comunicati appartengono all’aggiornamento della giornata precedente. Nel prospetto generale, la provincia che ha registrato più decessi è quella di Torino con un totale di 1.705 decessi, seguita da Alessandria con 649, per finire a Verbano-Cusio-Ossola (126). In tutto, la Regione riporta 3.884 morti positive al Covid-19. In 24 ore si stati registrati 57 contagi in più e altri 93 sono in fase di elaborazione. Un dato positivo è anche la diminuzione dei posti di terapia intensiva: un totale di 46, otto in meno nelle ultime 24 ore. Il totale delle persone in isolamento domiciliare è 3.933.

Il Piemonte e la disputa sui dati

La Regione Piemonte ha finora processato 325.097 tamponi. Sull’uso degli strumenti diagnostici, la Regione è stata teatro di una diatriba. La denuncia era partita i primi di aprile da Roberto Farnesia, presidente regionale della Federazione Medici di Famiglia, che aveva sottolineato una discrepanza fra i dati nazionali e quelli regionali. Secondo il presidente di Fimmg, i contagi sarebbero stati sottostimati.

Il dato presentato oggi dalla Regione Piemonte lascia ben sperare in una ripresa della regione che, assieme alla Lombardia, è stata la più colpita dalla Covid-19.