In Piemonte quasi raddoppiate domande per voucher scuola

Prs

Torino, 23 lug. (askanews) - Dopo l'emergenza Coronavirus, sono quasi raddoppiate in Piemonte le domande per il voucher scuola: sono cresciute del 54,4%, passando dalle 58.648 dello scorso anno alle attuali 90.585. Oltre allo stanziamento regionale, per coprire il fabbisogno occorrono altri 14 milioni di euro.

"Garantire il diritto allo studio e una priorit assoluta. Invece di pensare ai banchi con le rotelle, costosi, insicuri e dalla dubbia utilit, il ministro Azzolina assicuri ai ragazzi di poter studiare", ha attaccato l'assessore piemontese all'Istruzione, Elena Chiorino .

La Regione Piemonte ha definito la situaizone "quasi disperata". Con i fondi a disposizione, gi lo scorso anno non era stato possibile finanziare 16.683 istanze presentate da aventi diritto. "Numero che, quest'anno, se il governo non interverr immediatamente, rischia di schizzare alle stelle in quanto, al netto di qualche risicato e pressoch insignificante possibile spostamento di risorse, la Regione Piemonte non pu, per legge, contrarre ulteriore debito", stato precisato .

Quest'anno sono state presentate e accolte 3,705 domande per quanto riguarda i contributi per iscrizione e frequenza, contro le 2,928 dello scorso anno. E per la prima volta le risorse non sono sufficienti nemmeno a coprire il 100% della suddetta voce, che gli anni scorsi faceva registrare, al contrario, considerevoli avanzi.

(segue)

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.