Piemonte, Rosso: ripartire decisi con pulizia fiumi

Prs

Torino, 5 nov. (askanews) - "La mancata pulizia dei fiumi è il problema che spesso causa le alluvioni in Piemonte". Lo ha detto Roberto Rosso, assessore ai Diritti civili e alla Semplificazione, durante il Consiglio regionale straordinario organizzato oggi al Centro Congressi dell'Unione Industriale di Torino, per ricordare l'alluvione di 25 anni fa che fece 70 vittime in Piemonte.

"È evidente che la questione esondazioni non si potrà mai risolvere definitivamente se, come a Crescentino, il dorso d'asino del Po è più elevato del livello altimetrico del centro città - ha precisato Rosso -. Sembra incredibile ma dopo 25 anni dall'alluvione del '94 i due scolmatori previsti a Trino non sono ancora stati creati, uno è stato realizzato per metà, l'altro per nulla".

"Le tre gravi alluvioni appunto di Trino, cittadina dove sono cresciuto: durante la prima ero bambino, ma la ricordo bene perché persi un mio caro amico, risucchiato nelle viscere della città, l'altra nel '94 che commemoriamo oggi e l'ultima nel 2000 che causò anche dei morti", ha ricordato Rosso, definendo la commemorazione di oggi una "occasione per guardare al futuro e realizzare quel che serve affinché ciò che è accaduto allora non accada più".

" Non esistono pregiudizi ideologici di destra o sinistra per scongiurare simili sciagure - ha concluso - e per creare le condizioni affinché la gente non debba più piangere sui lutti", ha concluso.