In Piemonte si rischia il blocco delle lezioni scolastiche, adolescenti in DaD

·1 minuto per la lettura
Covid, Piemonte: scuola a rischio chiusura per le superiori
Covid, Piemonte: scuola a rischio chiusura per le superiori

L’emergenza Covid a scuola, in Piemonte, si fa sentire: il 75% della didattica alle superiori si fa a distanza, ma non basta. Si valuta quindi di chiudere gli istituti per evitare che i contagi salgano ulteriormente, optando quindi per una DaD in toto.

Covid, in Piemonte scuola chiusa?

Oggi, 30 ottobre 2020, è previsto un vertice tra il governatore Alberto Cirio, Dirmei, l’Unità di crisi e la sua giunta. Motivo dell’incontro è proprio la discussione sullo stop alle lezioni in presenza, per le scuole superiori, nell’obiettivo di contenere i contagi e diminuire l’affollamento sui mezzi pubblici. La nuova ordinanza dovrebbe ottenere la firma in giornata, a seguito di un ulteriore confronto con l’ufficio scolastico regionale, per entrare in vigore da lunedì 1 novembre.

Soluzione DaD per la scuola

Tutte le scuole secondarie superiori, quindi, finirebbero per sostenere lezioni a distanza a seguito di questo nuovo giro di vite al vaglia. I dati sui contagi da Coronavirus, rilevati nelle ultime settimane, dipingono un quadro epidemico abbastanza allarmante: sono 1.067 gli studenti positivi.

Ben 687 le classi in quarantena per presenza di casi, oltre 11.600 compagni e quasi 2mila tra insegnanti e personale Ata. Nelle scuole superiori si registra la percentuale più alta di contagiati, mentre all’asilo nido si rileva appena l’1% del totale dei casi, stesso discorso per la scuola d’infanzia. Il 3,7% si trova alle elementari e medie, il 9% nella fascia d’età compresa tra i 14 e i 18 anni. Urgono quindi misure atte a contenere il Coronavirus nelle scuole, quando la soluzione prima è appunto quella di optare per una didattica a distanza totale.