Pierangelo Clerici: “Ci saranno altre Maiorca, anche in Italia"

·1 minuto per la lettura
(Photo: Getty)
(Photo: Getty)

Maiorca non sarà l’unico caso, ne usciranno altri, anche in Italia”. L’esperienza insegna a Pierangelo Clerici - presidente dell’Associazione microbiologi clinici e membro del comitato tecnico scientifico della Lombardia - che quanto successo è destinato a ripetersi più volte nel corso di questa estate. Nell’isola delle Baleari, oltre 700 studenti spagnoli sono risultati positivi al covid, dopo una vacanza diventata un focolaio. Secondo quanto riferito dalle autorità, gli studenti hanno partecipato a diversi eventi, tra cui un concerto reggaeton a Palma di Maiorca e altre feste organizzate.

Professore, rischiamo una Maiorca anche in Italia?

Certo. Se non si mantengono le misure di precauzione - che per alcuni sono eccessive, ma per noi sono fondamentali - il risultato sarà questo. Giusto che si giunga a togliere la mascherina di giorno, mantenendo il distanziamento, però non si deve dimenticare che vanno mantenute nei luoghi chiusi e quando ci si trova in assembramento. Maiorca è il risultato di ciò che sapevamo: il virus circola ancora, circola la variante Delta, che sta sostituendo quella inglese, che ha sostituito il ceppo originario. Queste situazioni dobbiamo aspettarcele. Maiorca non sarà l’unico caso, ne usciranno altri.

Qualcosa in effetti è già accaduto anche qui. È sempre di oggi la notizia di un rave con 700 no mask a Maleo, nel lodigiano, che ha dato vita a un focolaio, anche con casi di variante Delta.

Faccio questo mestiere da troppo tempo per non sapere come vanno le cose. Io comprendo che ci possa essere un occhio non benevolo nei confronti di quello che diciamo, ma è la realtà dei fatti. Io non sono favorevole a chiudere tutto, ma bisogna essere responsabili, altrimenti rischiamo di ricadere in ciò che abbiamo già vissuto.

A proposito di passato. Lo scorso anno le discoteche aperte hann...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli