Pierre Mantoux presenta capsule con Carine Roitfeld

(Adnkronos) - Nell’anno in cui spegne 90 candeline, Pierre Mantoux, realtà italiana specializzata nella produzione di calze, maglieria, nightwear, loungewear e beachwear, festeggia con una collaborazione con Carine Roitfeld, fashion editor e fondatrice di CR Fashion Book e del suo omonimo brand Carine Roitfeld. Il progetto, lavorato a quattro mani e presentato in occasione di Milano Fashion Week, debutterà a ottobre e racconterà l’importanza dell’empowerment di ogni donna. "Legando la nozione di forza alla nozione di femminilità -dice Carine Roitfeld - le immagini mostrano una donna che prende il pieno controllo della sua narrazione".

La collezione è composta da sette pezzi e si rivolge a una donna indipendente e dal forte carattere. Ogni modello ha un nome pensato direttamente da Carine Roitfeld che riassume l’ispirazione dietro ogni calza: 'Fierce', 'Naughty', 'Confident', 'Bold', 'Loyal', 'Versatile' e 'Independent'. La campagna di Carine Roitfeld per la collezione Pierre Mantoux è stata pensata come una serie di sei autoritratti realizzati da Rory Van Millingen, un collaboratore frequente della Roitfeld per CR Fashion Book. Nulla è lasciato al caso, persino il packaging è stato ideato per essere celebrativo di questo 90esimo anniversario e l’identità visiva della collaborazione. E' infatti ispirato alla campagna stessa e al suo elemento fotografico centrale. Il coffret opaco presenta una foto lucida del prodotto, come se fosse una Polaroid incorniciata.

"Il mio più grande desiderio - conclude Carine Roitfeld - è che le donne che indosseranno questi collant si sentano sexy. Si tratta di sedurre innanzitutto loro stesse". La collezione di Carine Roitfeld per Pierre Mantoux segna la prima collaborazione per il marchio Carine Roitfeld e la sua espansione nel mercato della moda. "Il nonno - racconta Patrizia Giangrossi, titolare del brand - nato a Mantova alla fine dell’800, studente a Interlaken e ufficiale nella Prima Guerra Mondiale, fondò la sua azienda nel 1932, acquistando a Chemnitz 3 telai a 48 aghi e 18 teste e lavorando solo seta. A guerra finita, il nonno osò acquistare dalla Pennsylvania un telaio a 30 teste e 60 aghi e fummo i primi in Italia a realizzare calze senza cucitura".

E aggiunge: "Carine, con la quale ho condiviso subito il significato di vera eleganza, ha studiato una collezione che esprime la sicurezza di un capo che non lascia spazio a imperfezioni, di perfetta vestibilità e omaggio al sogno di indossare oggetti di alta valenza tecnologica. Carine ha espresso il desiderio di realizzare capi femminili, senza tempo, eleganti e sensuali e io l’ho accontentata, puntando sulla dinamicità dei fili più sofisticati e sulle loro caratteristiche dolcemente avvolgenti. Entrambe crediamo che questa collezione sarà molto amata per la sua grinta metropolitana di giorno, e per il suo fascino soft di sera», commenta Patrizia Giangrossi". La capsule collection di Carine Roitfeld per Pierre Mantoux sarà disponibile a partire da ottobre presso rivenditori internazionali selezionati.