Pietro: "Una simpatica burlona, una giullaretta di corte"

·2 minuto per la lettura
Pietro Delle Piane: “Antonella Elia è una quaquaraquà”
Pietro Delle Piane: “Antonella Elia è una quaquaraquà”

Questa sera su canale 5 è tornato in onda Temptation Island, con la terza puntata trasmessa giovedì 16 luglio 2020. Giunto ormai alla settima edizione, al timone del programma Filippo Bisciglia, pronto a raccontare le vicende delle coppie. Tra i protagonisti del programma la coppia formata da Pietro Delle Piane e Antonella Elia. Ecco cosa è successo.

Pietro Delle Piane e Antonella Elia

Nel corso della terza puntata di Temptation Island si vede Antonella Elia mentre confida ad Annamaria di aver perso la mamma a un anno e mezzo e il papà a 14 anni. “Se penso a un futuro con un uomo…Un futuro con Pietro? Se seguissi il mio istinto no“. La showgirl, infatti, ha paura di essere abbandonata. Dall’altro canto nel villaggio dei fidanzati, Pietro Delle Piane, continua ad essere risentito dalle parole di elogio di Antonella Elia nei confronti dell’ex fidanzato Fabiano Petricone.

Delle Piane quindi afferma: “Antonella ha un atteggiamento di menefreghismo che non sopporto. Come se non le importasse di quello che potrebbe perdere e magari lo ha già perso. Dice di stare bene da sola, ma stai da sola. Eppure diceva che la pandemia con me era stato il momento più bello della sua vita. È una quaquaraquà, una simpatica burlona, una giullaretta di corte“.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Le parole di Pietro Delle Piane

Al falò c’è anche un video per Antonella Elia, con la showgirl che vede Pietro Delle Piane offrire una cena alla single Maria Luisa. Delle Piane, quindi, alla single confessa: “Antonella mi ha controllato il telefono mentre ero in bagno. Ci sono rimasto male. È una mancanza di fiducia. Vuole fare la donna indipendente, libera, ma se sto via un giorno va in crisi. A casa cucino sempre io. Non sa nemmeno mandare le mail. Ha bisogno di qualcuno che le dica le cose da fare. Vuole fare la superdonna ma è come se io avessi due figli. Ha questo lato infantile, adolescenziale. Però forse è anche la cosa che mi piace di lei. Abbiamo undici anni di differenza ma non li dimostra soprattutto di testa. Io alla fine non voglio due figli, vorrei avere una donna accanto a me, che prenda delle decisioni. Non devo essere sempre io a dirti cosa devi fare”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli