Pieve di Teco, il comandante dei Carabinieri si toglie la vita

Pieve di Teco, il comandante dei Carabinieri si toglie la vita

Tante, forse troppe notizie annebbiano il nostro Paese negli ultimi anni. Che le condizioni della società odierna non siano equiparabili (sotto molteplici aspetti) a quelle del passato non ci piove, ma bisognerebbe provare a risolvere taluni problemi affrontandoli alla radice. Nella giornata di martedì 15 ottobre un uomo, un comandante della stazione dei Carabinieri di Pieve di Teco, si è suicidato per ragioni ancora ignote. Ennesimo dramma da registrare in Italia nell’ultimo decennio.

La morte del comandante della stazione dei Carabinieri

Nella giornata di martedì 15 ottobre, in quel di Valcona, Antonio Zappatore si è (con ogni probabilità) tolto la vita per cause ancora da accertare. Antonio era diventato appena un anno fa il comandante dei Carabinieri della stazione di Pieve di Teco, subentrando al suo collega Giulio Tortorola. Sono in corso gli accertamenti da parte del personale competente, al fine di accertare la dinamiche del presunto suicidio. Ignote le ragioni che hanno portato il comandante a compiere un gesto così forte e, al contempo, drammatico. La ricostruzione dei fatti, nonché le dichiarazione delle persone a lui più strette, potranno far emergere nuove verità.