Pil, Brunetta: l'Italia è in piena stagnazione

Tor

Roma, 1 ago. (askanews) -"-0,1% nel terzo e nel quarto trimestre del 2018; +0,1% nel primo trimestre del 2019; 0,0% nel quarto trimestre del del 2019. È questa la sequenza del tasso crescita del Pil italiano che si è registrata dall'avvento del Governo giallo-verde, che nelle intenzioni dei due vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio avrebbe dovuto essere il Governo del cambiamento e del nuovo miracolo industriale. La crescita si è, invece, rivelata negativa o pari a zero e l'Italia è entrata in stagnazione, per effetto delle politiche economiche fallimentari dell'Esecutivo giallo-verde.". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia

"Dopo il dato diffuso ieri dall'Istat - afferma ancora- sarà a questo punto molto difficile raggiungere quel +0,2% di crescita annuale previsto dal Tesoro nello scorso DEF di aprile. Anzi, sarà già difficile raggiungere una crescita del +0,1%. Secondo le stime di Mazziero Research, per poter crescere di un decimo di punto nel 2019, l'economia italiana dovrebbe registrare un +0,1% nel terzo trimestre e un +0,2% nel quarto. Quasi impossibile, se si pensa che secondo REF ricerche, gli indicatori congiunturali mostrano segnali di debolezza destinati a mantenersi anche nel corso del terzo trimestre. Come dire, un altro trimestre di crescita zero. A questo punto, il tasso di crescita più probabile per fine anno è pari a zero".