Pil e occupazione crescono nell'Eurozona e i mercati reagiscono in positivo

Armando Dadi / AGF

AGI - In lieve crescita sia il Pil sia l'occupazione nell'Unione europea e nell'eurozona nel secondo trimestre 2022. Nonostante il conflitto in corso in Ucraina da quasi 6 mesi e lo spettro di una possibile recessione l'Eurostat nella sua stima flash calcola che il Pil destagionalizzato è aumentato dello 0,6% congiunturale nel secondo trimestre con una previsione del 3,9% su base annua.

Nel primo trimestre il Pil era cresciuto dello 0,5% nell'area dell'euro e dello 0,6% nell'Ue. Il numero degli occupati, invece, nel secondo trimestre del è aumentato dello 0,3% congiunturale e del +2,4 su base annua.

Nel primo trimestre dell'anno l'occupazione era salita dello 0,6% congiunturale e del 2,9% tendenziale. I listini delle Borse europee, dopo la diffusione dei dati Eurostat, hanno recuperato qualche decimale, con Milano che prosegue positiva e le altre piazze principali di poco negative.