Pil: Istat, in primo trimestre -0,4%, su anno -1,4%

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 apr. – (Adnkronos) – I lockdown causati dalla risalita dei contagi nei primi due mesi dell'anno hanno avuto un pesante impatto sul Pil che – secondo le stime preliminari diffuse dall'Istat – nel primo trimestre del 2021, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, sarebbe diminuito dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dell’1,4% rispetto allo stesso periodo del 2020. La variazione rispetto agli ultimi tre mesi dello scorso anno – spiega l'Istat – è il risultato di un aumento del valore aggiunto sia nel comparto dell’agricoltura, silvicoltura e pesca, sia in quello dell’industria, mentre i servizi nel loro complesso (i più colpiti dagli interventi di contenimento) hanno registrato una diminuzione. Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un apporto negativo della componente estera netta. La variazione acquisita per il 2021, conclude l'Istat, è pari a +1,9%.