Pil, Marin (Fi): dati Ue confermano fallimento governo giallorosso

Pol/Bac

Roma, 13 feb. (askanews) - "Le previsioni della Commissione Ue sulla crescita economica dei Paesi europei dicono che l'Italia nel 2020 sarà fanalino di coda in con un aumento del Pil previsto dello 0,3. Si tratta di una ulteriore certificazione dell'incapacità del governo delle quattro sinistre di proporre politiche di sviluppo". Lo afferma, in una nota, Marco Marin, deputato di Forza Italia.

"I dati di oggi, peraltro, fanno il paio - aggiunge - con quanto detto pochi giorni fa dall'ufficio parlamentare di bilancio che ha abbassato la stima di crescita dell'esecutivo dallo 0,6 allo 0,2. Senza dimenticare che il Fondo Monetario Internazionale pochi giorni fa ha corretto al rialzo la stima del rapporto deficit-Pil al 2,4% contro il 2,2 previsto dal governo e che la produzione industriale è diminuita del 4,3%, consegnandoci al peggior trimestre dal 2012. Un quadro di finanza pubblica e una istantanea del sistema produttivo che dicono tutto sul fallimento delle politiche economiche del governo. I giallorossi portano il nostro Paese nel baratro, ma per loro conta solo restare incollati alle poltrone. Un comportamento da irresponsabili che danneggia fortemente le tante forze sane dell'impresa e delle professioni avrebbero bisogno di avere come interlocutore un governo credibile per consentire all'Italia di recuperare la competitività perduta", conclude.