Pillola dei "cinque giorni dopo", il Tar: sì alla vendita senza ricetta alle minorenni

·1 minuto per la lettura
(Getty Creative)
(Getty Creative)

La “pillola dei cinque giorni dopo” potrà essere venduta in farmacia senza ricetta anche alle ragazze minorenni. Lo ha stabilito il Tar del Lazio respingendo il ricorso presentato da alcune associazioni antiabortiste.

L’Agenzia Italiana del Farmaco, l’Aifa, aveva stabilito che la pillola EllaOne poteva essere venduta senza obbligo di prescrizione alle minorenni, visto che anche alle ragazze sopra i 18 anni era già consentito acquistarla.

GUARDA ANCHE: Contraccezione: ecco l'app che sostituisce la pillola

I giudici del tribunale amministrativo hanno ritenuto il ricorso di alcune associazioni abortiste “infondato”, in quanto EllaOne non causa l’aborto di una gravidanza in corso, ma impedisce la fecondazione grazie alla sua “funzione antiovulatoria”.

Le osservazioni delle associazioni abortiste in merito ai rischi di gravidanze extrauterine e di possibili effetti tossici sul fegato sono state respinte dai giudici del Tar che le hanno etichettate come “opinioni o meglio mere asserzioni ipotetiche, prive di più specifici approfondimenti scientifici”.

GUARDA ANCHE: La ginecologa: "Sempre meno italiane prendono la pillola, la metà rispetto alle altre europee"