Pioggi, inondazioni in Asia meridionale: milioni a rischio -3-

Red/Mos

Roma, 18 lug. (askanews) - In Nepal, si stima che 68.666 persone sono temporaneamente sfollate, tra cui 28.702 bambini. In totale sono morte 88 persone, di cui 47 bambini (15 ragazze e 32 ragazzi). 31 persone sono scomparse mentre 41 sono state ferite, secondo gli ultimi rapporti del governo del Nepal. Quasi 12.000 famiglie sono state temporaneamente sfollate nel Nepal centrale e orientale. Tuttavia, molte famiglie colpite hanno iniziato a tornare a casa da quando le piogge sono diminuite e il livello dell'acqua si è abbassato.

In Bangladesh, le piogge monsoniche continuano a colpire la maggior parte del paese, in particolare le regioni centro-settentrionali e sud-orientali. Più di due milioni di persone sono state colpite dalle inondazioni, tra cui circa 700.510 bambini. Si stima che 367.341 case sono state danneggiate o distrutte e 1.866 scuole primarie e delle comunità sono state danneggiate dalle acque alluvionali. Cox's Bazar, nel sud-est del paese, che ospita più di un milione di rifugiati rohingya, è stato colpito da piogge intense questo mese.

"In tutta la regione, stiamo assistendo all'impatto devastante di eventi meteorologici estremi sui bambini e sulle famiglie", ha dichiarato Gough. "Con gli eventi meteorologici che diventano sempre più estremi, imprevedibili e irregolari, sono i bambini a pagare il prezzo più alto".

Mentre singoli eventi meteorologici estremi non possono essere attribuiti specificamente ai cambiamenti climatici, la crescente frequenza e la gravità di fenomeni meteorologici estremi - comprese le recenti alte temperature, le piogge intense e il maltempo che si sposta lentamente - sono in linea con le aspettative su come le attività umane stanno influenzando il clima globale.(Segue)