Pioggia di fuoco su Gaza, convocato il Gabinetto di sicurezza

Israele ha scatenato un'ondata di attacchi aerei a Gaza, uccidendo almeno 10 persone, incluso un militante di alto livello, e ferendone dozzine, secondo funzionari palestinesi.

I militanti palestinesi hanno lanciato una raffica di razzi per rappresaglia, mentre le sirene dei raid aerei suonavano nel centro e nel sud di Israele, spingendo le due parti più vicine a una guerra totale.

La Jihad islamica ha affermato di aver lanciato 100 razzi.

In un discorso televisivo a livello nazionale, il primo ministro israeliano Yair Lapid ha affermato che il suo Paese ha lanciato gli attacchi sulla base di "minacce concrete".

"Le informazioni ricevute dalle forze di sicurezza sono inequivocabili - dice Yair Lapid, primo ministro ad interim israeliano - Israele non starà a guardare se qualcuno cerca di danneggiare i suoi civili.

Questo governo ha una politica di tolleranza zero per qualsiasi tentativo di attacco - di qualsiasi tipo - da Gaza verso il territorio israeliano.

Le organizzazioni terroristiche non fisseranno l'agenda nella busta della striscia di Gaza, non accetteremo alcuna minaccia per i residenti: Israele non è interessato a un'ampia campagna su Gaza, ma nemmeno ne ha paura".

il premier israeliano ha convocato il Gabinetto di sicurezza presso il Ministero della Difesa, a Tel Aviv.

I parenti dei palestinesi uccisi negli attacchi aerei israeliani si radunano all'obitorio di un ospedale a Gaza dove sono conservati i loro corpi.

Il ministero della Sanità palestinese ha affermato che una bambina di 5 anni e una donna di 23 sono state tra le vittime di Gaza, senza distinguere tra vittime civili e militanti.

L'Esercito israeliano ha affermato che almeno 15 combattenti sono stati uccisi: la Jihad islamica ha detto che Taiseer al-Jabari, il suo comandante per il nord di Gaza, è stato tra le vittime.

Israele ha riferito che stava prendendo di mira il gruppo militante della Jihad islamica in risposta a una "minaccia imminente" a seguito dell'arresto di un altro militante di alto livello nella Cisgiordania, occupata all'inizio di questa settimana.

Un portavoce dell'Esercito israeliano, che ha informato i giornalisti in condizione di anonimato, ha affermato che al-Jabari è stato deliberatamente preso di mira ed è stato responsabile di "multipli attacchi" contro Israele.

L'escalation era iniziata dopo la cattura di Bassam al-Saadi, capo jihadista in Cisgiordania; l’aviazione ha colpito un edificio a Gaza City e obiettivi a Khan Yunes e Beit Kahya.

Secondo Gerusalemme, 71 razzi sono stati lanciati da Gaza verso il sud e il centro di Israele.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli