Pioggia di missili sulle città ucraine. Kiev bombarda un aeroporto in Crimea

VASILY MAXIMOV / AFP

AGI -  Le forze russe hanno lanciato una nuova raffica di attacchi contro diverse città dell'Ucraina nel giorno in cui diverse esplosioni sono state udite nella città di Dzhankoy, nel Nord della penisola di Crimea occupata dalla Russia nel 2014. L'agenzia ucraina Ukrinform, ipotizza un possibile attacco all'aeroporto militare russo alla periferia della città.

La Polonia ha fatto sapere che coinvolgerà esperti ucraini nelle indagini sul missile caduto nell'Est del Paese che martedì ha causato due morti e che secondo le autorità polacche è "probabilmente" stato lanciato dal territorio ucraino. "Il presidente Duda non vede ostacoli a che gli ucraini si uniscano alle indagini sull'incidente di Przewodow", ha affermato il portavoce del Consiglio di sicurezza polacco, Jacek Siewiera.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha intanto commentato il recente incontro tra i capi dei servizi segreti di Russia e Usa avvenuto ad Ankara e rivelato che le parti non hanno intenzione di far ricorso all'arsenale nucleare. "Da quanto ho appreso dal capo dei nostri servizi, al momento nessuna delle parti ha intenzione di far ricorso alle armi nucleari. Noi comunque continuiamo a marcarli stretti, vogliamo che questi incontri avvengano spesso. Bisogna evitare che questo mondo spiani la strada alla guerra", ha detto Erdogan.