Pioggia su weekend 17 e 18 luglio, maltempo al Centro e al Sud

·1 minuto per la lettura

Pioggia sul weekend di sabato 17 e domenica 18 luglio. Nel corso del fine settimana un insidioso vortice ciclonico dal Nord scenderà verso il Centro-Sud provocando un'intensa ondata di maltempo su gran parte d'Italia. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che dopo un venerdì che trascorrerà con piogge e temporali prima al Nord (specie Nordovest ed Emilia Romagna) e poi al Centro (qui molto forti), sabato sarà una giornata compromessa dal maltempo.

Piogge forti, temporali con nubifragi e conseguenti possibili allagamenti si abbatteranno in particolar modo su Marche, Abruzzo e Molise per poi raggiungere pure il Lazio (anche Roma) e infine Campania, Basilicata, Sicilia settentrionale e Puglia. Questa fase di maltempo sarà alimentata da venti più freschi che faranno crollare le temperature anche sulle regioni centro-meridionali. Domenica, mentre il tempo migliorerà decisamente al Nord con valori termici in sensibile aumento, intensi rovesci temporaleschi continueranno a minacciare Marche meridionali, Abruzzo, Molise, Basilicata, Campania, Calabria e ancora il Lazio centro-meridionale (possibile coinvolgimento anche di Roma).

LE PREVISIONI

Venerdì 16. Al nord: molto instabile soprattutto al mattino, poi migliora in pianura, temporali sulle Alpi. Al centro: peggiora diffusamente con temporali forti e grandinate. Al sud: soleggiato, ma cielo più coperto in Puglia.

Sabato 17. Al nord: cielo coperto al Nordest, più soleggiato al Nordovest. Al centro: intenso maltempo su Marche, Abruzzo, Molise, poi peggiora su Toscana interna, Umbria e Lazio. Al sud: peggiora con rovesci temporaleschi sparsi.

Domenica 18. Al nord: sole e caldo. Al centro: instabile su Adriatiche e poi ancora sul Lazio. Al sud: numerosi temporali, forti in Calabria.

Da lunedì ancora temporali al Sud, poi migliora ovunque.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli