Pioli "Avanti così Milan, si vince con la continuità"

"La gara con il Torino è stimolante, sarà difficile ma noi stiamo bene", dice il tecnico rossonero

CARNAGO (ITALPRESS) - "Il nostro obiettivo è arrivare alla sosta per i Mondiali il più avanti possibile e con il superamento della fase a gironi di Champions. Abbiamo 5 partite molto importanti in pochi giorni, ma stiamo bene, ci arriviamo bene". Così il tecnico del Milan, Stefano Pioli, alla vigilia del match di domani in casa del Torino. "E' una partita che presenta tante difficoltà, è molto stimolante affrontare le squadre di Juric, presentano tematiche tattiche sempre differenti, ma veniamo da due partite abbastanza simili contro Verona e Monza - prosegue l'allenatore rossonero in conferenza stampa -. Vogliamo allungare la nostra striscia positiva, i campionati si vincono con la continuità. Il Napoli sta facendo benissimo, ma credo che sarà un campionato equilibrato nelle posizioni di vertice". Pioli è soddisfatto del rendimento dei suoi ragazzi ("stiamo facendo un buon campionato"), ma sa che la strada per difendere il titolo conquistato lo scorso anno è lunga. "Per confermarci dobbiamo fare più punti possibili, non credo che sarà determinante essere primi, secondi o terzi il 13 novembre, ma per vincere il campionato bisogna arrivare intorno o sopra agli 85 punti, son tanti e quindi bisogna continuare questa striscia positiva. Abbiamo perso solo con il Napoli e secondo me immeritatamente, ma poi abbiamo inanellato quattro vittorie consecutive, siamo stati bravi", sottolinea Pioli che poi affronta l'argomento De Ketelaere. "Capisco che fuori da Milanello ci sia impazienza, ma dentro, noi abbiamo la lungimiranza e la lucidità per capire il percorso di un ragazzo giovane. Quello che ci interessa è la disponibilità, l'intelligenza e la qualità, quelle ci sono tutte ed è quello che ci interessa, arriveranno situazioni migliori. Ogni calciatore fa il proprio cammino, magari domani segna e fa la grande prestazione e lo elogiamo tutti. E' difficile prevedere il futuro, ma ripeto: quando ci sono qualità, intelligenza e disponibilità ci sono tutte le caratteristiche per far diventare un talento un grande calciatore".

- foto LivePhotoSport -

(ITALPRESS).

ari/gm/red