Pioli: "Vittoria di gruppo. Contentissimo per i tifosi, ci hanno emozionato. Vi dico come sta Ibra"

·2 minuto per la lettura

Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha commentato ai microfoni di Sky Sport il match vinto all'Allianz Stadium contro la Juventus con il punteggio di 3-0. Ecco le parole dell'allenatore rossonero dopo la sfida odierna.

Brahim Diaz decisivo.

"Scegliamo i giocatori in base alla gara che vogliamo fare, oggi abbiamo scelto i due trequarti con Brahim, ma non è la vittoria del singolo ma siamo stati squadra. Siamo contentissimi per i nostri tifosi che stamattina ci hanno emozionato, adesso però dobbiamo già pensare alla prossima".

Un Milan così forse non si vedeva da tempo. E' la vittoria più bella?

"Abbiamo fatto una grande partita, sicuramente. Uno scontro diretto in questo momento è molto importante ma purtroppo non è l'ultima gara, c'è da lottare ancora. La mia esultanza verso i dirigenti è perché ci hanno sempre sostenuto. Volevamo tutti riuscire a farla bene questa partita. Condividiamo le gioie e le poche sconfitte che abbiamo subito".

Grande fisicità quest'oggi. Hai lavorato sulla testa?

"Io sono sempre attento alle vostre valutazioni. Siamo stati la miglior squadra d'Italia per spirito e gruppo, forse non i migliori tatticamente e tecnicamente ma per lo spirito sì. Forse una squadra giovane fa fatica a portare avanti con continuità tutto questo e qualcosina abbiamo lasciato. Oggi c'è stato grande spirito, grande coesione, non ci siamo tirati indietro".

Brahim Diaz, Stefano Pioli, Alexis Saelemaekers, Fikayo Tomori | Jonathan Moscrop/Getty Images
Brahim Diaz, Stefano Pioli, Alexis Saelemaekers, Fikayo Tomori | Jonathan Moscrop/Getty Images

Ti aspettavi questo atteggiamento della Juve?

"La Juve sta cambiando il tipo di costruzione adesso. Non ero convinto che avessero costruito coi 3, ma noi abbiamo preparato la partita per cercare di essere compatti, credo che alla fine abbiamo rischiato dopo, ma quando lavori insieme, come ad esempio quanto hanno lavorato i giocatori di Chelsea e City senza palla. Se mettiamo insieme tante cose diventiamo una squadra che si può giocare questo posto in Champions".

Brahim Diaz titolare?

"Non mi sono ispirato a Guardiola perché lui gioca senza centravanti, noi con Ibra che è un regista offensivo. Io alleno una squadra molto giovane che sta diventando matura e sa reagire anche alle difficoltà della partita".

Ibra come sta?

"Non era al 100%, ha fatto mezzo allenamento venerdì ma non voleva mancare. Ha un problema al ginocchio, non credo sia qualcosa di grave".

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli