A Pirelli le 3 stelle del FIA Environmental Accreditation Programme

·1 minuto per la lettura

La divisione motorsport di Pirelli ha ricevuto le tre stelle dell’Environmental Accreditation Programme promosso dalla FIA, l'organo direttivo del motorsport a livello internazionale. Pirelli è il primo produttore di pneumatici ad aggiudicarsi il più alto punteggio raggiungibile del programma, il cui scopo è quello di proporre una serie di misure che i partecipanti devono attuare per raggiungere i massimi standard ambientali. La strategia ambientale di Pirelli consentirà al Gruppo di raggiungere la carbon neutrality entro il 2030. Anche le attività motorsport si stanno muovendo in questa direzione, a partire dalla F1, la più importante delle competizioni in cui l’azienda è coinvolta.

Esempi degli obiettivi di sostenibilità ambientale di Pirelli, sia nel business che nel manufacturing, comprendono la riduzione delle emissioni complessive di CO2 del 25% entro il 2025 (rispetto ai livelli del 2015) e l'obiettivo di approvvigionarsi di una quota pari al 100% di energia elettrica da fonte rinnovabile: traguardo già raggiunto da tutti gli stabilimenti europei di Pirelli.

Tra le misure che Pirelli ha intrapreso in F1, l'incremento nell’utilizzo di materiali rinnovabili, l'eliminazione della plastica monouso dalle attività in pista e una supply chain completamente gestita secondo criteri di sostenibilità ambientale e sociale. Inoltre, l'attività motorsport di Pirelli ha superato con successo una serie di rigorosi audit di sostenibilità che prendono in considerazione diversi elementi per la riduzione dell’impatto ambientale, a partire dalle emissioni di anidride carbonica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli