Pirelli, raddoppiate omologazioni su auto elettriche e plug-in

(Adnkronos) - Pirelli ha raddoppiato nel 2021 il totale delle omologazioni di pneumatici su auto elettriche e ibride plug-in. Dal lancio della marcatura Elect nel 2019, segnala il gruppo, i costruttori automobilistici stanno sempre più spesso scegliendo questa tecnologia e hanno consentito a Pirelli di ampliare il portafoglio di omologazioni superando le 250 omologazioni totali su auto green. Un dato che - sottolinea Pirelli - "conferma l’accelerazione del mercato verso la mobilità elettrificata ma anche che le case automobilistiche trovano nei modelli Elect i pneumatici con le caratteristiche più adatte ai loro veicoli 'alla spina' ". Come l’Audi A6 Avant e-tron concept, esposta nello stand Pirelli nella fiera “Tire Cologne” in corso in questi giorni, che monta coperture con tecnologia per le auto elettrificate. Premesse che portano Pirelli a stimare di raggiungere già nel 2022, con 3 anni in anticipo, il target di market share sull’alto di gamma EV pari a circa 1,5 volte quella sui veicoli Premium / Prestige a combustione interna.

Per soddisfare le specifiche tecniche richieste dai veicoli elettrici e ibridi plug.in, lo sviluppo dei pneumatici Elect ha tenuto in considerazione alcune particolari caratteristiche, e cioè durata della batteria - ottimizzata grazie alla bassa resistenza al rotolamento - trasferimento della potente coppia del motore in fase di partenza e distribuzione del peso delle batterie. Per 'accompagnare' il silenzio tipico dei motori di questi veicoli, i pneumatici Elect presentano poi un basso livello di rumore generato dal rotolamento dei pneumatici.

I pneumatici delle famiglie P Zero, Scorpion e Cinturato, estivi, invernali e all season, sviluppati adottando il pacchetto di tecnologie Elect, sono stati scelti dai principali costruttori automobilistici. Come fatto da Porsche per la Taycan, per cui sono stati sviluppati pneumatici P Zero tailor made, compreso il P Zero Winter. O per alcune Audi della gamma e-tron e anche per l’intera famiglia EQ di Mercedes-Benz, gli ingegneri Pirelli hanno dedicato versioni specifiche della famiglia Cinturato e P Zero per le versioni più performanti, a cui si aggiungono gli Scorpion per i nuovi SUV. Così anche per Volvo e BMW; quest’ultima ha scelto i pneumatici Pirelli P Zero per la nuova iX e per la X5 xDrive45e Plug-In Hybrid. Per i SUV elettrici dell’americana Rivian lo sviluppo si è concentrato su diverse soluzioni della gamma Scorpion. Completano il portafoglio di omologazioni, la statunitense Lucid Air, la prima auto a utilizzare i nuovi pneumatici Pirelli P Zero con indice di carico elevato e contraddistinti dalla dicitura “HL” e alcuni modelli delle cinesi Nio e Link & Co, che utilizzano P Zero e Scorpion Elect. “Tecnologia e sostenibilità sono i pilastri su cui si basa il lavoro di Ricerca e Sviluppo di Pirelli. Con soluzioni sempre più innovative supportiamo la transizione delle case auto verso veicoli sempre più green con pneumatici adatti alle loro prestazioni. Ma la sostenibilità si ritrova anche nei nostri stessi prodotti, per questo stiamo aumentando le percentuali di materiali rinnovabili e riciclabili nei pneumatici, così da poter favorire un’economia circolare sull’intera vita del prodotto, dalle materie prime al fine vita” ha dichiarato Pierangelo Misani, Senior Vice Presidente R&D e Cyber di Pirelli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli