Pirlo: "Ronaldo? Aspettiamo l'esito dell'ultimo tampone. Dybala? Ho preso una decisione. Morata giocatore forte"

Antonio Parrotto
·3 minuto per la lettura

Vigilia di Juventus-Hellas Verona e mister Andrea Pirlo è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match dell'Allianz Stadium in programma domani sera, alle ore 20.45, e valido per la 5ª giornata di Serie A. Ecco le parole del tecnico bianconero a poco più di 24 ore dal match con gli scaligeri.

Come sta la squadra dopo Kiev?

"Abbiamo avuto tempo per riposare, per scaricare bene dopo le due gare ravvicinate, a parte Chiellini che starà fuori per qualche giorno, gli altri sono tutti a disposizione e pronti per giocare".

Cristiano Ronaldo?

"Non ci sono novità, aspettiamo i tamponi. Lui l'ha fatto a casa stamattina come noi li abbiamo fatti qui ma fino a ieri sera non ci sono novità".

FC Crotone v Juventus - Serie A | Getty Images/Getty Images
FC Crotone v Juventus - Serie A | Getty Images/Getty Images

Alex Sandro?

"Ha avuto un brutto infortunio prima della Samp, sta lavorando per ritrovare la forma, è un po' indietro e credo che rientrerà dopo la sosta di novembre, meglio non accelerare".

Dybala?

"Domani Dybala gioca. Non ho avuto bisogno di pungolarlo. Ha bisogno di allenarsi perché ha avuto poco tempo per allenarsi con noi. Ha avuto un infortunio, è andato in Nazionale, ha avuto un virus, deve mettere benzina nelle gambe. A Kiev è entrato, domani è giusto che parta dall'inizio".

Morata e Dybala in coppia?

"Morata lo abbiamo comprato perché è un giocatore forte e sapevamo che poteva darci diverse soluzioni. Si conosce già con Dybala, hanno giocato un anno insieme e possono coesistere, poi spetterà a loro trovare le soluzioni migliori durante la partita".

De Ligt?

"Sta bene, dobbiamo aspettare l'ok dell'ortopedico. Si sente bene, si sta allenando con noi evitando i controlli, ma fisicamente e mentalmente sarebbe pronto per giocare ma c'è da attendere il via libera dell'ortopedico".

Il Covid complica anche la situazione dell'approccio alle partite?

"E' una situazione surreale ma lo sapevamo già dall'anno scorso. Martedì abbiamo giocato a Kiev con 20 mila persone, sembrava fosse cambiato il mondo. Capisci quando c'è la situazione di pericolo magari sentendo i tifosi. Giocare in questa situazione non è facile per noi e per le altre. Stando in quarantena e senza il ritiro a me ha fatto piacere perché ho potuto avere i ragazzi a disposizione un po' di più".

Ronaldo sarebbe titolare in caso di tampone negativo?

"No perché deve fare la visita di idoneità, non credo".

Cosa stai chiedendo di chiedere di diverso a Morata?

"Ultimamente magari era abituato a fare tanto in fase difensiva per poi ripartire, mentre con noi deve capire bene di essere a disposizione da una parte per andare poi dall'altra perché cerchiamo l'uno contro uno dall'altra parte, il resto lo fa bene".

Bernardeschi a tutta fascia?

"Rientra da un infortunio, sta recuperando. E' un giocatore che vogliamo proporre per tutta la fascia, un ruolo che aveva ricoperto anche nella Fiorentina, io non lo vedo da attaccante esterno ma sulla fascia, può essere una bella risorsa".

Con Dybala chi giocherà tra Chiesa, Ramsey e Kulusevski?

"Domani sta fuori Chiesa che è squalificato. Ramsey ha fatto un bel lavoro in fase di copertura, domani Dybala lo dovrà fare come abbiamo provato in questi giorni. Abbiamo giocatori polivalenti che possono ricoprire più posizioni".

Arthur-Rabiot quanto è compatibile?

"Tutti e quattro i centrocampisti secondo me sono compatibili. Non sono registi e nemmeno mezz'ali, possono giocare bene insieme, tutti possono fare coppia, sono 4 giocatori che ruoteranno per due posti".

McKennie ci sarà domani?

"Lui ieri è diventato negativo, oggi dovrebbe fare la visita e domani dovrebbe essere a disposizione almeno per venire in panchina".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.