Pisa, Erika Signorini morta per una crisi respiratoria

erika-signorini-morta

Lutto a Pisa dove Erika Signorini, di soli 36 anni, è morta improvvisamente. La giovane donna è riuscita a chiamare la centrale operativa del 118 per lanciare l’allarme: “Aiuto, mi sento male. Non respiro”. Come riportato da Il Tirreno, i soccorsi sono arrivati in un lampo – accompagnati dai vigili del fuoco poiché la porta era chiusa dall’interno – ma appena sono entrati, intorno alle 16,30 di giovedì 28 maggio, la donna è riuscita a pronunciare poche altre frasi ed è morta prima ancora di essere soccorsa. Un vero e proprio choc per i genitori della giovane deceduta.

Erika Signorini morta in casa

Il dramma si è consumato nel quartiere Don Bosco dove ora un’intera comunità è scossa per la grave perdita: Erika Signorini, 36 anni, era conosciuta da tutti in zona. Una crisi respiratoria fatale per la donna che ha trovato la forza di chiedere aiuto quando ha capito che stava male. Uno choc per i genitori avvertiti dai carabinieri arrivati sul posto dopo l’irruzione dei vigili del fuoco per consentire l’intervento dei soccorritori che avevano trovato la porta sbarrata.

Il medico ha provato a rianimare la 36enne che stava perdendo conoscenza e con il passare dei minuti non rispondeva più alle sollecitazioni del personale sanitario. Ogni tentativo è stato messo in pratica fino alla resa finale. Sul corpo di Erika Signorini, come da prassi, è stata disposta l’autopsia per capire cosa abbia provocato il decesso della 36enne.